La Storia

Il 29 dicembre 1940, sul campo dell’Imola, pochi minuti dopo aver iniziato a dirigere la partita di calcio di serie C Imola-Lugo, colto da grave malore moriva Mario Gianni. Nobile figura di sportivo e organizzatore, maturata dopo molti anni di intensa attività, costituiva un valido apporto per le squadre minori lucchesi ed era di prezioso ausilio per i giovani arbitri.

Fondò nel 1924 lo Sporting Club S.Concordio insieme ad appassionati quali Duilio Cappellini, Silvio Angelini, Napoleone Cini, Michele Giorgi, Vito Cagnacci.

Nominato presidente due anni dopo decise di fondare a Lucca un gruppo arbitri. Mancando del numero legale di arbitri come richiesto da regolamento l’ associazione si costituì come sottogruppo, facente capo al gruppo “Mario Bini” di Pisa già operante da diversi anni.

Il gruppo lucchese, sempre sotto la guida di Gianni, aumentò i propri effettivi con con un’appassionata opera di proselitismo, fino a che non riuscì ad avere i requisiti per l’autonomia, fondando la Sezione di Lucca.

Fra gli arbitri di allora vi erano l’ingegner Coccola, i ragionieri Brucciani, Vianello, Franchini e il capo gestione delle ferrovie dello stato Aldo Paladini, Luigi Lippi “Beolino”, Lorenzo Lazzeroni, Napoleone Cini, Enrico Tamberi, Michele Pardini, Enrico Calloni, Andrea Pacini e Adolfo Nieri.

I presidenti della sezione AIA di Lucca

I nostri presidenti sono stati, in ordine, Gianni Mario, Calloni Enrico, Magliulo Aldo, Cini Napoleone, Borelli Primo, Pistelli Ivan, Pignatti Pier Paolo, Lecca Antonio, Bellandi Romano, Bini Vittorio e Bertoncini Leonardo.

Attualmente la carica di presidente è ricoperta da Antonio Ruffo, che è stato eletto per il secondo mandato consecutivo.